Crea sito

Sintesi VIDEO di Trapani-Catania. La partita che è durata solo 65 minuti. Espulsioni e simulazioni a gogo

Il Catania è fuori dai play off ed è condannato ad affrontare un altro anno di serie C. Lo sapevamo già, i play off sono una sorta di lotteria, e vincerli è una vera e propria impresa. Ciò che però non ci aspettavamo era una semifinale così squallida e priva di ogni fondamento sportivo. Trapani-Catania è stata una partita “mutilata”, giocata solo in parte, e diretta da un arbitro incapace di reggere il peso di un match così importante.

Durante il primo tempo i padroni di casa sembrano messi meglio in campo, tuttavia non riescono a creare occasioni particolarmente pericolose. Finché al 25esimo minuto l’arbitro decide di assegnare un fallo dal limite in favore del Trapani dopo che Corapi frana inspiegabilmente a terra in totale solitudine. Il calcio di punizione porterà il Trapani in vantaggio. Qualche minuto dopo avviene una sospetta sgambettata in area ai danni di Baraye ma per l’arbitro è tutto regolare.Nel secondo tempo il piglio è diverso; gli uomini di Sottil sembrano finalmente far girare bene la palla e si rendono pericolosi in più occasioni. Ma dopo una mischia in area con conseguente rissa, l’arbitro decide che l’unico a dover essere espulso è il rossazzurro Esposito. I rossazzurri non si lasciano demoralizzare e nonostante l’uomo in meno schiacciano i padroni di casa trovando al 67esimo il gol di Curiale che pareggia i conti e da speranza al Catania, che crea altre due importanti occasioni.

Fine dei giochi

La partita però finisce qui. Si, ci troviamo solo qualche minuto oltre al 65esimo e la partita è già finita. I granata cominciano a franare rovinosamente a terra ad ogni minimo contatto simulando continuamente lancinanti dolori. Da quel momento in poi si fa davvero fatica a trovare un minuto di “gioco” privo di interruzioni condite da plateali sceneggiate. Le uniche cose da segnalare sono altre due espulsioni, entrambe per il Catania. Biagianti è accusato di aver colpito un avversario al volto con una manata invisibile ai più e Calapai viene espulso subito dopo per motivi ancora poco chiari. Il Catania chiude così il match in 8 vs 11 dopo 6 minuti di recupero e quasi nessun minuto giocato dal 65° in poi.

Davvero un brutto spettacolo vedere gli avversari ricorrere a questi mezzucci per strappare un pareggio in superiorità numerica, sopratutto se si conosce la loro forza e compattezza.

Il vero spettacolo

Molto rincuorante invece lo spettacolo visto sugli spalti. Molti catanesi hanno potuto seguire in tranquillità il match dalla tribuna dei Trapanesi e la curva granata ha dedicato uno striscione agli ultras rossazzurri in risposta agli striscioni ricevuti mercoledì scorso al Massimino.

Vediamo di seguito la SINTESI VIDEO di Trapani-Catania :